La decantazione

Un piacere unico

In questa precisa fase del servizio del vino, alcuni provano addirittura più piacere di quello che provano quando lo consumano. C’è poco da fare: con l’acquisizione di una buona competenza relativa all’enologia e alle caratteristiche intrinseche al vino, si può arrivare alla scoperta di un mondo insospettabile e ricchissimo di sorprese e momenti indimenticabili. In quest’ultima categoria, è impossibile non includere la decantazione, che come si evince dal nome è la fase durante la quale il vino decanta, gustando il primo contatto con l’aria e con l’ambiente esterno. Si tratta, a detta dei sommelier, di un vero e proprio momento solenne che va vissuto al 100%. Sono necessari un decanter, tipica brocca in vetro o (meglio) in cristallo particolarmente panciuta ma con il collo stretto, oppure un calice ampio, di quelli che consentono una buona respirazione del vino.
decantazione vino

Cuisipro 747322 - Spazzola magnetica per caraffe da decantazione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,73€
(Risparmi 0,03€)


La decantazione

decantare vino La decantazione è infatti la fase in cui il vino riesce ad ossigenarsi, per questo si tratta di un momento inevitabile nel caso dei vini di medio-lungo invecchiamento, conservati a lungo e quindi particolarmente strutturati. In questa fase, il vino invecchiato riesce ad affinare nel migliore dei modi le caratteristiche maturate durante l’invecchiamento. Aromi, profumi, note fruttate e floreali: tutto si compensa e si compendia durante la fase di decantazione, che è assolutamente inevitabile nel caso si sia in possesso di una bottiglia di valore. Scegliere di consumare un vino invecchiato – magari durante una serata importante – versandolo direttamente dalla bottiglia al bicchiere, vuol dire mortificarlo e vanificare tutta l’attesa e tutto il tesoro aromatico maturato in tanti anni.

  • calice Non tutti, quando pensano all’enologia e al vino, si rendono immediatamente conto della mole di informazioni, dettagli e curiosità che questo ambito implica. Si tratta di un argomento che è impossibil...
  • decanter L’esercito dei bevitori di vino si può dividere, volendo essere di manica larga, in due importanti categorie: i bevitori consapevoli e quelli inconsapevoli. Questi ultimi sono convinti che basti acqui...
  • calice vino bianco Ci si può accontentare di bere un buon vino, e basta. Oppure si può scegliere di acquistare un’ottima bottiglia di vino e fare di tutto per berla nel miglior modo possibile, procurandosi tutti gli acc...
  • balloon Se quando si parla di vino, e in particolare si allude alla possibilità di abbinare una buona bottiglia con piatti e portate varie, i primi prodotti che vengono alla mente sono i vini rossi. Il vino r...

Arnold 6011-U1-0001 - Pompa di aspirazione per decantazione liquido

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,77€


Consigli utili

Onde evitare questo spreco assurdo, quando si sceglie di consumare un vino invecchiato, prima di servirlo è consigliabile farlo decantare, per una ventina di minuti circa o meglio ancora per una mezz’oretta. All’interno di un decanter o di un ampio calice, il vino viene al mondo e conosce la libertà di esprimersi al meglio delle proprie possibilità. Quali sono le condizioni in cui si può fare a meno della fase di decantazione? Senza dubbio, se ne può fare a meno se ci si trova di fronte ad un vino giovane e non particolarmente invecchiato, come può essere un vino bianco fresco, mentre per tutti i tipi di vini (compresi quelli liquorosi) che sono stati sottoposti ad un medio-lungo invecchiamento, tale momento è inevitabile. Se non vi è mai capitato di portare a termine questa fase, vi basterà provarla una sola volta per scoprirne gli inimitabili benefici.




COMMENTI SULL' ARTICOLO