Caratteristiche cantina

Una delle fasi più importanti nella produzione e nella conservazione del vino è quella di individuare un luogo che possa contenere il prodotto viticolo finito, preservandone tutte le caratteristiche. Il luogo che assolve questa funzione è la cantina. La cantina ha una duplice funzionalità: essa può essere l’edificio di un’azienda vinicola dove vengono effettuate le fasi della vinificazione e dell’affinamento del vino, ma può anche essere quella struttura nella quale vengono conservati i vini. Queste cantine possono essere private ed accogliere tutte le bottiglie appartenenti ad una famiglia oppure possono essere la cantina di un ristorante, di dimensioni maggiori . La cantina è un luogo indispensabile per far sì che il vino possa arrivare in tavola in tutta la sua essenza, senza eventuali alterazioni dovute alla cattiva conservazione. È per questo motivo che deve rispettare dei criteri fondamentali che solo se giustamente seguiti possono garantire la qualità del vino una volta giunto in tavola.

Il vino è un prodotto pregiato e estremamente delicato. Esso per essere conservato correttamente, ... continua


Articoli su : Caratteristiche cantina


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Cosa fare se non si ha una cantina

      Cosa-fare-se-non-si-ha-una-cantina Se si è degli esperti bevitori il sogno più grande sarebbe quello di possedere una cantina ricca di
    • cantina sociale

      cantina sociale Il settore vinicolo è un settore estremamente complesso e, molto spesso, il consumatore di vino o il
    • E lo spumante come si conserva?

      conservazione spumante Lo spumante è conosciuto da tutti anche come “Bollicine”, si tratta di un vino speciale ottenuto con
    • modelli di cantina

      modelli di cantina Le cantine esistono da quando è iniziata la produzione industriale del vino. Ci troviamo approssimat
    • Organizzazione delle bottiglie

      organizzazione bottiglie Una volta terminato il processo di vinificazione, ovvero di produzione del vino, che sia bianco o ro
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , ha bisogno di condizioni ben precise. Una cantina deve presentare infatti una specifica umidità, temperatura, luce, odore e vibrazioni. Per raggiungere un ottimo livello di conservazione è necessario tenere sotto controllo tutti questi fattori perché solo se si raggiunge un equilibrio tra questi parametri il vino può essere gustato in tutte le sue caratteristiche.

      L’umidità è uno dei criteri fondamentali da tenere sotto controllo. Essa deve essere relativamente alta, deve cioè avvicinarsi all’80%. Ciò si spiega con il fatto che il tappo della bottiglia di vino è fatto di sughero. Per evitare che la pressione del liquido aggiunto alla secchezza del tappo faccia stappare la bottiglia, questa deve essere posizionata in maniera orizzontale. Solo in questo modo, infatti, il sughero viene a contatto con il vino mantenendo un alto livello di umidità. Ma il sughero deve essere mantenuto umido anche all’esterno della bottiglia ed è per questo che è necessario mantenere un’alta umidità anche all’esterno. L’aspetto negativo di un ambiente troppo umido è la formazione di muffa che molto spesso va ad attaccare anche bottiglie e tappi, ma è preferibile all’ossidazione del vino dovuto alla sua fuoriuscita per una secchezza del tavolo. Vi sono alcune operazioni da fare per far sì che l’umidità della propria cantina mantenga il suo livello come quella di cospargere argilla o sabbia sul pavimento non piastrellato in modo che l’umidità passi dal sottosuolo.

      È importante che all’interno della cantina non vi siano bruschi cambiamenti di temperatura. Una volta stabilita la temperatura più adatta ai vini contenuti nell’edificio, bisogna impegnarsi a mantenerla alquanto costante Se si necessitasse di una lieve variazione di temperatura ciò deve avvenire in maniera graduale. La temperatura incide sul colore del vino per mezzo dei polifenoli e dei tannini. Un brusco cambiamento di temperatura può provocare una riduzione o un dilatamento del vino. In quest’ultimo caso la pressione da esso esercitata all’interno della bottiglia rischierebbe di farlo fuoriuscire all’esterno provocandone l’ossidazione. Le temperature ideali che dovrebbero essere mantenute in cantina oscillano tra i 10 e i 12 gradi centigradi per i vini bianchi, mentre tra i 12 e i 14 gradi per quelli rossi. Una temperatura troppo alta può contribuire alla maturazione più repentina del vino o, in alcuni casi, alla rifermentazion. Mentre una temperatura troppo bassa può impoverire il prodotto. Una temperatura corretta può essere mantenuta se il locale adibito a cantina si trova ad almeno 4 metri sotto il suolo, se non si dispone di tali condizioni si può scegliere di acquistare un condizionatore.

      Tutti sanno che la luce è assolutamente deleterea per il vino. Una buona cantina dovrebbe essere buia o poco illuminata. Il motivo è semplice: la luce provoca un invecchiamento più veloce del vino. La cantina ideale, allora, dovrebbe avere poche finestre e porte da cui generalmente entra luce dall’esterno.

      Può sembrare strano ma anche l’odore incide sulla buona conservazione del vino. Questo liquido infatti riesce ad assorbire gli odori con cui entra in contatto. A tale proposito sarebbe più opportuno evitare cattivi odori all’interno di essa. anche la formazione di muffa può causare cattivi odori per questo motivo si consiglia di arieggiare periodicamente stando attenti preservare il giusto grado di umidità e la temperatura adeguata.

      È assolutamente consigliabile ridurre al massimo le vibrazioni all’interno della cantina. Evitando la presenza di elettrodomestici all’interno dell’edificio.

      La sistemazione delle bottiglie nella cantina è fondamentale. Generalmente i vini si conservano in posizione orizzontale stando attenti a mantenere visibile l’etichetta. I vini liquorosi e dolci sono posizionati, invece, in verticale. I vini bianchi e spumanti si tengono nelle zone più fresche mentre quelli rosati e rossi in alto dove la temperatura è maggiore.

      La sistemazione delle bottiglie nella cantina è fondamentale. Generalmente i vini si conservano in posizione orizzontale stando attenti a mantenere visibile l’etichetta. I vini liquorosi e dolci sono posizionati, invece, in verticale. I vini bianchi e spumanti si tengono nelle zone più fresche mentre quelli rosati e rossi in alto dove la temperatura è maggiore.