Ricette olio aromatizzato

L'olio aromatizzato

L'olio ha molte qualità salutari ma anche di abbinamento e lavorazione. Una delle tante lavorazioni che possono essere effettuate in casa è l'aromatizzazione, con vari ingredienti. Questa lavorazione è molto semplice, e non serve nessun macchinario o cottura per effettuarla, ma bastano delle semplici macerazioni a freddo. L'aromatizzazione più comune in Italia, ma anche all'estero, è sicuramente quella al peperoncino, apprezzata da molti per la versatilità sia in abbinamento che in cottura. Altri oli aromatizzati sono quelli al rosmarino, oppure al basilico, al limone o al tartufo, ultimamente molto di moda. Ognuno di questi oli ha un suo abbinamento classico, anche se i cibi con cui sfruttarli sono molti. Anche l'olio che si usa è molto importante, in particolare per le aromatizzazioni più delicate come il limone ma anche con quelle più penetranti, come peperoncino o tartufo. In questi casi infatti si consigliano oli leggeri, dal gusto delicato, per diversi motivi. Nel caso del peperoncino ad esempio, vista la forza con cui questo alimento può aromatizzare l'olio, è abbastanza inutile utilizzarne uno con un gusto forte, che dovrebbe essere comunque coperto dalla piccantezza fornita da questo frutto della famiglia delle solanaceae.

olio aromatico

Monini Aromatizzato Peperoncino Condimento a Base di Olio Extra Vergine di Oliva - 1 Bottiglia da 250 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,16€


L'olio aromatizzato al peperoncino

L'aromatizzazione dell'olio al peperoncino è forse la più comune da servire ed utilizzare. È ottimo sia a crudo che utilizzato per qualsiasi soffritto a cui si vuole dare quel tocco di piccante che molti desiderano. L'aromatizzazione avviene per macerazione come per tutti gli oli. Basta far seccare i peperoncini, romperli, se si vuole un risultato più immediato, o mantenerli interi e lasciarli macerare dentro un vasetto pieno di olio. Rompendoli avrete il vostro olio pronto in un paio di mesi, mentre lasciandoli interi il tempo si prolungherà di qualche mese.

Il peperoncino è una specie di pianta appartenente alle Solanaceae, la stessa del peperone, che ha origine in America ma è oramai coltivata ovunque già dal Seicento. Infatti venne portato da Colombo già al suo secondo viaggio e nell'arco di un secolo era conosciuto anche in Europa, anche se gli spagnoli non riuscirono a trarci grossi profitti dal suo commercio in quanto la pianta era ben adatta alla coltivazione nel Vecchio Continente, e non dovette essere importata se non per un iniziale periodo.

Si tratta di un arbusto sempreverde che ha una vita molto corta, un cespuglio basso da seminare a fine inverno anche nei vasi da balcone, con maturazione completa agli inizi dell'autunno. Ha bisogno di una temperatura calda con basse escursioni termiche.


  • olio aromatizzato L'olio aromatizzato rappresenta una vera e propria aggiunta di stile per tutti i piatti che vengono creati.Come la maggior parte degli amanti della cucina è a conoscenza, è ormai facile vedere la pr...
  • basilico L'aromatizzazione degli oli d'oliva è una pratica antica in cui l'uomo ha sempre cercato di preparare diversi tipi aromatizzati utilizzando la tecnica dell'infusione, semplice e gustosa, per dare un t...
  • olio al limone L'olio aromatizzato al limone è una delle numerose preparazioni italiane fatte in casa, utili per condire i numerosi preparati della nostra tradizione culinaria. Così come vengono preparati degli oli ...

Sulpizio Tartufi Olio di Oliva aromatizzato al Tartufo Nero - 250 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,49€


L'olio aromatizzato al tartufo

Anche questo tipo di olio aromatizzato è molto usato in cucina, soprattutto nel condimento a crudo, ma è certamente il più costoso da realizzare visti i prezzi del famoso tubero. È ottimo per le carni rosse e la selvaggina, anche con i primi. Il tartufo in realtà è un fungo della famiglia delle Tuberaceae, che nasce spontaneamente nel sottosuolo dei boschi, in particolari ricchi di alberi di leccio e quercia. Il tartufo quando matura ha un profumo molto intenso, individuato dai cani e altri animali come il tasso, il maiale, la volpe e il ghiro ad esempio, che ghiotti di questo fungo riescono a scovarlo sotto la terra e rompendolo ne disperdono le spore per la riproduzione. I tartufi sono conosciuti fin dall'antichità, e ne parlava già Plinio il Vecchio. Molto rinomati anche nel Medioevo, il loro costo è tuttora elevato in quanto la loro crescita è spontanea e rara, nascosta dal terreno ed è possibile rintracciarli solo grazie ai cani, mentre la coltivazione domestica non è tuttora possibile in quanto si ha difficoltà a riprodurre il giusto ambiente, anche se vi sono molte sperimentazioni. L'Italia è comunque uno dei maggiori produttori.


L'olio aromatizzato al rosmarino

L'olio aromatizzato al rosmarino è abbastanza delicato, da utilizzare in genere su carni bianche e poco aromatiche, pesce, mentre è poco indicato per i primi. Anche qui si consiglia l'utilizzo di un olio gentile che non copra il profumo del rosmarino.

Il rosmarino è un arbusto della famiglia delle Lamiaceae, originario del bacino del Mediterraneo meridionale, una pianta classica della macchia mediterranea italiana. Presente anche nella parte asiatica e africana, oggi il rosmarino si è adattato anche a zona più interne del litorale fino alla collina prealpina.


Ricette olio aromatizzato: L'olio aromatizzato al basilico

L'olio aromatizzato al basilico è abbastanza raro, molto profumato e adatto sia ai primi che ai secondi con molti vegetali, in particolare i piatti vegetariani. Il basilico è una pianta erbacea che proviene dall'India ma che è stato introdotto nelle civiltà europee già in tempi antichi anche se i Romani lo consideravano una pianta diabolica. Il basilico si coltiva molto bene nel Mediterraneo dove le temperature sono attorno ai 20-30 gradi centigradi, con molto sole.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO