Schiacciata uva

La storia della schiacciata

La schiacciata di uva è un dolce tipico della Toscana, detto anche pan coll'uva, che viene preparato molto nel nord e nel centro della regione, in particolare nelle provincie di Firenze e Prato, anche se logicamente pure le altre provincie ne sfruttano le ricette anche se con nomi diversi da schiacciata. Spesso la si chiama con il suo altro nome pan coll'uva. Come tante preparazioni italiane questo dolce nasce dalla tradizione popolare e contadina, quella fatta di pochi ingredienti poveri e di stagione. Il pan coll'uva infatti era uno dei dolci tipici della vendemmia fatto per festeggiare quello che una volta era un evento tra i più importanti della comunità, che partecipava compatta alla raccolta dell'uva e alla produzione di vino. Vivaldi gli dedicò parte della sua opera, e tanti pittori immortalarono il momento in molti quadri. E mentre le giovani donne schiacciavano le uve con i piedi, le più anziane preparavano il pan coll'uva.

schiacciata

Dylusions raccolta inchiostro Spray-schiacciata uva di Dyan Reaveley

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,08€
(Risparmi 0,01€)


La schiacciata

Dunque la schiacciata è un dolce antico e popolare, momento di unione collettiva e segno della stagione bella che terminava con la vendemmia. Il su consumo era sinonimo di festa, festa per il vino nuovo, che andava a rifornire quello vecchio in via di esaurimento. Un momento importante quindi, visto che anche in passato il vino era importante, forse più importante di oggi. Ma ancora più importante era l'unione sociale del momento, con interi villaggi uniti a festeggiare. Oggi è molto difficile nella nostra società consumista comprendere la semplicità ma anche l'importanza di quei momenti, semplici e poveri ma fatti di cibo buonissimo e sano. La schiacciata infatti vede pochissimi ingredienti semplici, come la farina, l'olio d'oliva, lo zucchero e l'uva rossa, detta in Toscana Canaiola. La canaiola in realtà è una delle tante varietà toscane di uve rosse, ma per questo dolce è considerata la migliore per il sapore che conferisce al pane. I suoi chicchi infatti sono piccoli e questo ne fa un'ottima uva per il pane, anche perché nella vinificazione le vengono preferite altre varietà nettamente migliori. Oggi infatti è poco diffusa e in futuro potrebbe anche rischiare l'estinzione. La preparazione è molto semplice, tanto che basta preparare l'impasto del pane e poi cuocerla con dei chicchi d'uva sopra aggiungendo in seguito lo zucchero. Spesso un pochino di rosmarino fornisce quel tocco aromatico in più.


  • schiacciata con uva Una delle domande più frequenti che ci si pone relativamente al vino e alle sue proprietà, è la seguente: “Qual è il modo migliore per godere del sapore del vino, o dell’uva destinata alla produzione ...

Pressa per frutta da 18 l con strofinaccio Pressa per mosto, vino e mele

Prezzo: in offerta su Amazon a: 82,99€


Schiacciata uva: la ricetta

La ricetta per la schiacciata è molto semplice, pronta in poco tempo con i seguenti ingredienti. Prendete dunque 1 chilogrammo di uva rossa, 350 grammi di farina, 30 g di zucchero, 20 g di lievito di birra, sale, olio extravergine d'oliva, 1 bicchiere d'acqua tiepida, sale.

Nel bicchiere d'acqua dovrete sciogliere il lievito, mescolando bene per avere la schiuma in superficie. Quindi disponete la farina a fontana, con un buco in centro, per unirci un pizzico di sale, quattro cucchiai d'olio, quattro di zucchero e quindi l'acqua con il lievito sciolto. Iniziate a lavorare il composto per impastare il tutto. Fate lievitare per circa 4 ore per poi dividere l'impasto in due parti, una piccola per fare i bordi e una grande da schiacciare per preparare il fondo da mettere su una teglia imburrata. Riempitela di acini di uva e quindi spargete 2 cucchiai di zucchero e un pochino di olio. Con la pasta avanzata preparate la copertura da mettere sugli acini e infornate per 1 ora a 180°C. Mangiatela il giorno dopo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO