olivo coltivazione

Coltivazione

Per quanto riguarda la coltivazione olivo, la prima cosa da ricordare è che questa pianta si sviluppa alla perfezione in un terreno particolarmente profondo, ma anche non eccessivamente argilloso (al massimo pari al 40%) e, dal momento che si tratta di una specie che predilige stare nel calcare, mentre non ama i terreni che si caratterizzano per avere un'elevata acidità.

E' fondamentale che il terreno dell'olivo non abbia pietre in superficie, così come è importante evitare che ci siano cespugli e alberi preesistente e, in ogni caso, è necessario eliminare qualsiasi forma di vegetazione infestante intorno alla pianta.

L'olivo è una di quelle piante che vengono coltivate più largamente in tutto il mondo.

Il clima migliore per coltivare la pianta di olivo è, senza ombra di dubbio, quello mite, con delle temperature minime che non scendono al di sotto dei 8-10 gradi centigradi sotto lo zero termico.

Ad ogni modo, l'olivo è una pianta in grado di adattarsi alla perfezione con un gran numero di terreni e climi, nonostante esprima la propria preferenza verso quei terreni profondi e fertili, in cui riesce ad elevare al massimo la propria produzione.

E 'importante lavorare il terreno in cui si effettua la coltivazione olivo in base alle proprie esigenze, ma sempre rispettando la procedura di aratura e fresatura (che si devono svolgere, rispettivamente, durante il periodo compreso tra gennaio e febbraio e nel corso del trimestre aprile-maggio-giugno.

olivo coltivazione

L'olivo. Coltivazione, raccolta e utilizzo. Ediz. illustrata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


Concimazione

olivo coltivazione2 La concimazione della pianta di olivo deve soddisfare diversi requisiti: tra quelli di maggior importanza, c'è sicuramente il fatto di essere particolarmente ricco di azoto, fosforo e potassio.

La concimazione consente alla pianta di migliorare notevolmente la produttività in termini annuali piuttosto che ad anni alternati.

Nel caso in cui si scelga di provvedere alla concimazione durante la stagione primaverile, si mette a disposizione delle piante la possibilità di ricevere le sostanze e i minerali di cui necessita, in maniera tale da garantire la germogliazione.

Spesso, per quanto riguarda la concimazione della pianta di olivo, si può utilizzare anche il letame, che è in grado di apportare all'olivo l'azoto, il potassio e il fosforo; non dobbiamo dimenticare come il letame sia particolarmente utile anche per rendere migliori le proprie del terreno in cui si effettua la coltivazione e, in modo particolare, della permeabilità del sottosuolo.

L'olivo è in grado di resistere anche quanto viene posto all'interno di terreni aridi, ma bisogna sempre tenere in considerazione il fatto che durante le stagioni primaverile ed estiva, ha la necessità di ricevere una più elevata quantità d'acqua.

Un'irrigazione abbondante effettuata sugli olivi giovani permette di velocizzarne lo sviluppo e, al tempo spesso, provoca una produzione più precoce.

Nel momento in cui avviene lo sviluppo estivo della pianta di olivo e, al contempo, crescono i frutti, è importante fare molta attenzione a non dimenticarsi dell'irrigazione, garantendo sempre un ottimo apporto d'acqua.

  • olivo concimazione La concimazione dell’olivo è una procedura di cui non si parla spesso, ma che ha un peso specifico notevole nella produzione dell’olio.infatti, come in ogni alta pianta da frutto, anche l’olivo ha l...
  • olivo innesto L'innesto olivo si caratterizza per garantire delle notevoli opportunità di attecchimento e, allo stesso tempo, un'ottima qualità di per quanto riguarda la produzione.La pianta di olivo non predilig...
  • olivo foglie L'olio di oliva è un ottimo ed efficace lassativo: si tratta, senza ombra di dubbio, di un'efficace cura per tutti coloro che soffrono di emorroidi. Il consiglio è quello, in questi casi, di assumere,...
  • olivo L'olivo è un albero da frutto probabilmente originario del Caucaso, dove ne sono state trovate le tracce fossili appartenenti al 12.000 a.C. circa mentre altri ne vedono un'origine tipicamente mediter...

L'olivo e la sua coltivazione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,08€
(Risparmi 4,42€)


Potatura

La fase di potatura è fondamentale nella coltivazione olivo per permettere alla pianta stessa di rinnovarsi e, mediante lo sfoltimento, le garantisce una migliore penetrazione dell'aria e della luce.

Questi ultimi due elementi di cui abbiamo parlato sono fondamentali per lo sviluppo della pianta e la conservazione della vita dell'olivo.

La potatura dell'olivo viene eseguita una volta nel corso dell'anno, mentre la raccolta deve essere effettuata nel corso del periodo compreso tra ottobre e dicembre, in diverse maniere, come ad esempio la caduta, la scrollatura, la pettinatura e l'abbacchiatura.

Ovviamente per quanto riguarda la caduta spontanea è sufficiente attendere che le olive cadano, per poi iniziare la raccolti dei frutti che sono finiti nelle reti sottostanti.

La pettinatura, invece, si caratterizza per essere un sistema in cui sarà necessario accarezzare in modo delicato i rami della pianta di olivo sfruttando degli appositi rastrelli: per mezzo di tale movimento, le olive finiscono all'interno delle reti sottostanti e vengono raccolte.


olivo coltivazione: Forme di allevamento

Esistono un gran numero di metodi di allevamento per quanto riguarda la pianta dell'olivo e che variano da luogo a luogo e in relazione anche alla varietà, ma più che altro alla tipologia di raccolta che è necessario praticare.

L'olivo, in ogni caso, si caratterizza per essere una pianta tipicamente mediterranea e, per tale ragione, ha la necessità di una buona quantità di luce e aria e necessita della maggior quantità di foglie disponibile per poter ottenere degli ottimi risultati produttivi.

Tra le varie forme di allevamento dell'olivo, troviamo il sistema a vaso ed è la più diffusa tra i vari metodi di allevamento di questa pianta. Nel momento in cui le piante sono arrivate alla piena maturità, però, c'è la necessità di applicare delle scale. Ad ogni modo, negli ultimi tempi si sono diffuse diverse forme di allevamento alternative.

Tra le altre forme di allevamento, dobbiamo ricordare la presenza della forma libera o a cespuglio, che si ottiene senza la necessità di eseguire alcun tipo di potatura alla pianta durante i primi 8-10 anni di vita, tranne il diradamento che riguarda i rametti che si trovano alla base, accorciati di circa 40-50 centimetri.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO