Il periodo migliore per l'acquisto nelle cantine

I valori d'acquisto

Quando si parla di vino, certamente il profano si chiede spesso per quale motivo debba pagare un prezzo molto elevato, anche di fronte ad un'ottima qualità, che sembra essere più un investimento che un semplice acquisto di un bene deperibile.

La domanda è più che legittima e necessita una risposta appropriata, ricordando comunque che anche nel mondo dei vini non sempre il prezzo fa la qualità, ed è quindi giustificato. Ha una notevole importanza quindi conoscere bene cosa si cela dietro una specifica bottiglia di vino, quali sono i fattori che incidono nel prezzo, e se questi fattori corrispondano a quello specifico investimento.

Facendo un esempio con lo Champagne ad esempio, possiamo sapere che il prezzo delle uve per produrre questo famoso vino spumante, è in assoluto il più elevato di tutti, arrivando anche a 6 euro per un chilogrammo. La resa in vino di un chilogrammo poi rappresenta un massimo del 20%, e potremo quindi stabilire che pagando le uve al prezzo massimo, queste incideranno sul costo di un litro di champagne per circa 30 euro. Questo riesce a fornire una dimensione del prezzo che poi la bottiglia raggiungerà presso i rivenditori specializzati. Naturalmente l'acquisto delle uve è solo una delle voci che compongono questo prezzo. Inoltre questi fattori e queste voci non sono gli unici a poter plasmare il prezzo ma soprattutto a garantirlo. Nonostante questo infatti, potrebbero esserci dei difetti di vinificazione o dei problemi climatici capaci di compromettere la qualità dei vini. Per questo è molto importante saper valutare un vino nella prova di degustazione, e quando questa non è possibile, attraverso una serie di informazioni reperibili su alcune riviste specializzate. Chiaramente anche quest’ultima soluzione non è garanzia di acquisto, in quanto molte voci di corridoio vogliono anche degli accordi tra riviste specializzate e i produttori.

cantina

DCG MF48A FRIGOCANTINA CANTINETTA VINO MINIFRIGO CANTINA ELETTRICA 18 BOTTIGLIE 48 LT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 134,9€


Perché e come acquistare

I motivi per acquistare delle bottiglie in stock possono essere i più svariati. Naturalmente potreste essere dei semplici appassionati di vino in cerca delle sensazioni che questa bevanda riesce a regalare, oppure potreste semplicemente voler creare la vostra cantina. Poi vi sono i professionisti dell’acquisto, che certamente non hanno bisogno di consiglio. Essi sono sempre informati, sanno quando comprare per tempo per far fruttare i loro investimenti.

In ogni caso dovrete stabilire quali sono gli acquisti giusti, tranne nel caso in cui stiate acquistando una semplice bottiglia per una serata da consumare nel breve termine.

Se invece vorrete creare la vostra cantina dovrete programmare gli acquisti, in base ai vostri gusti, ma soprattutto in base a dei precisi fattori di conservazione ed investimento da tenere in considerazione. Inutile infatti programmare una cantina con dei vini che non hanno capacità d’invecchiamento, così come è inutile acquistare vini già invecchiati quando si devono poi ulteriormente conservare in cantina. Avrebbe senso infatti se fossero vini da consumare nell’immediato, mentre se si deve attendere ancora tanto vale acquistarli giovani facendo così un investimento per il futuro. Questi investimenti possono risultare ancora più vantaggiosi se l’acquisto viene fatto presso delle cantine artigianali o semi-industriali.


  • vini più bevuti L'Italia è la patria del vino. La vite è sempre stata presente sul territorio italiano grazie alla conformazione del suo territorio, estremamente variegato, e al suo clima temperato. Le lunghe distese...
  • caratteristiche cantina Una delle fasi più importanti nella produzione e nella conservazione del vino è quella di individuare un luogo che possa contenere il prodotto viticolo finito, preservandone tutte le caratteristiche. ...
  • sommelier Il sommelier è una figura affascinante dalle interessanti competenze. Chi comincia come appassionato di vini cerca di specializzarsi nella degustazione di questi prodotti per apprezzarne meglio le car...
  • prezzo vino Il mondo dei vini è ampio e variegato, tante sono le varietà del “nettare degli dei” sul mercato adatte per tutti i gusti e per tutte le occasione. Nell’acquisto di un vino però, non bisogna tralascia...

Marketing, distribuzione & presentazione del prodotto. Tessile abbigliamento. Con e-book. Con espansione online. Per gli Ist. tecnici e professionali

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,9€
(Risparmi 2,1€)


Il periodo migliore per l'acquisto nelle cantine: Quando acquistare

acquisto A questo punto chi vuole fare un investimento o soltanto avere una cantina di tutto rispetto, deve riuscire a “fiutare” quale sia il giusto vino da comprare nel giusto momento. Per fare ciò bisogna conoscere bene i vini, le condizioni di coltivazione e vinificazione dell’anno, tutte le variabili che nella stagione si sono susseguite e quindi riuscirle a collegare ai possibili risultati. I vini che possono invecchiare devono essere acquistati da giovani, in modo da spuntare dei prezzi molto interessanti che potranno nel futuro rappresentare un vero e proprio investimento, con prezzi cresciuti anche e ben oltre il 100%. Chi si intende di vin sa quali sono le uve che possono garantire risultati nel futuro, anche non immediatamente prossimo. Naturalmente vi dovrà essere anche una corrispondenza di vinificazione appropriata, per cui si dovranno avere anche le giuste informazioni sul produttore.

Molto predisposti a questi investimenti sono naturalmente i vini rossi, o i grandi bianchi dolci. Anche alcuni secchi bianchi, anche se raramente, possono essere invecchiati, se vinificati con determinate uve quali il Sauvignon o lo Chardonnay. Tra i bianchi sono certamente i dolci ad avere più possibilità di invecchiare. Se scelti in gioventù possono essere degli ottimi investimenti, come i Vin Santo della Toscana o i grandi passiti di Pantelleria.

Tra i rossi invece la scelta è molto più vasta. Si possono avere dei grandi Pinot Noir, dei Merlot, i due Cabernet, ma anche le grandi uve italiane. Il Nebbiolo al nord, o il grande Sangiovese al centro, mentre il Meridione si sta ponendo al centro dell’attenzione nazionale ed internazionale con molte uve invecchiabili come l’Aglianico, il Primitivo e tate altre uve in via di riscoperta, che rappresentano i primordi dell’enologia nella nostra penisola dai tempi della loro introduzione ad opera dei coloni greci del VII secolo avanti Cristo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO