Sylvaner

Il vitigno

Il Sylvaner, o Silvaner, è un importante vitigno autoctono tedesco, con un passato molto noto, con un nome che suggerisce origini silvestri. È un vitigno molto coltivato nel centro dell'Europa, dove in passato ha avuto un ruolo fondamentale nella produzione di vini di qualità. La sua origine sembra risalire all'odierna Austria, nonostante oggi in questo paese sia quasi assente. Da qui sarebbe stata introdotta in Germania, dove invece oggi è molto diffusa. Questa introduzione dovrebbe risalire al 1659 secondo molte documentazioni storiche, che segnalano il vitigno in Franconia. Nel novecento il Sylvaner era diffusissimo nel paese tedesco, tanto da essere il vitigno più coltivato, mentre oggi ha perso una posizione piazzandosi al secondo posto dopo il Müller-Thurgau, di qualità nettamente inferiore ma dalla alta produttività, caratteristica essenziale per l'enologia germanica, poco incline alla qualità elevata a tutti i costi. Inoltre questi ha una maturazione più precoce, molto efficace in quei climi rigidi. In Francia è molto diffusa in Alsazia, dove rappresenta una realtà importante. Come vitigno è vigoroso, anche se soffre le brinate primaverili. Comunque le rese sono nella media, ma si segnalano problemi di resistenza alle malattie.

Sylvaner

Sylvaner - 2016 - cantina Neustift Alto Adige

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,2€


I vini del Sylvaner

In Alsazia, grazie alla maestria dei produttori francesi, il Sylvaner riesce a fornire buoni vini, grazie alla limitazione delle rese. In Germania invece si lascia tendenzialmente spazio alla quantità piuttosto che alla qualità, e quindi ne risultano vini generalmente inferiori. Il vitigno risente molto delle caratteristiche territoriali nello sviluppare gli aromi.

I vini che ne derivano hanno generalmente un elevata acidità, ma senza la struttura e il corpo dei grandi vini. Quindi ne risultano vini freschi di pronta beva, non invecchiabili, tranne che nella Francia dove spesso sapientemente si utilizza la vendemmia tardiva per la concentrazione degli zuccheri. I tedeschi della Franconia comunque riescono a produrre Sylvaner fini e maturi, grazie al contenimento delle rese, con gusti terrosi e profumazioni fragranti. Anche qui la migliore espressione è quella ottenuta dalla vendemmia tardiva, che fornisce buoni vini dolci.


  • egizi e vino Da quando l'uomo ha calcato questa terra, si è messo alla ricerca dei frutti che la natura aveva da offrirgli per la sua nutrizione, ma da quando ha scoperto anche come manipolare questi raccolti, ha ...
  • Sauvignon Il Sauvignon è tra i più famosi vitigni a bacca bianca del mondo, di chiara origine francese, molto probabilmente originario del Bordolese dove concorre alla creazione di vini di alta qualità e fama i...
  • Falanghina La Falanghina è un vitigno a bacca bianca molto diffuso in Campania ma di cui non si hanno notizie certe sulle origini, con le prime testimonianze scritte che sono datate solo al 1804, quando fu ricon...
  • Muller Thurgau Il Müller Thurgau è un vitigno a bacca bianca che fu creato alla fine dell'ottocento in Germania per migliorare le potenzialità dei vitigni tedeschi Sylvaner e Riesling. Fu Hermann Muller appunto a d...

Sylvaner 2016 Abbazia Novacella DOC

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,4€


Il Sylvaner nel mondo

Al di fuori della sua terra d'origine, la Germania, e della sua terra d'adozione, l'Alsazia, il Sylvaner trova ampio spazio in Slovenia e in generale in tutta l'Europa centrale e orientale, mentre in Italia lo si trova nel sottotipo Sylvaner Verde, coltivato in Alto Adige per la produzione di vini aciduli e leggeri, da bere subito. In Svizzera è addirittura il secondo vitigno bianco coltivato, anche se sotto il nome di Johannisberg o Grüner. Qui i vini sono discretamente profumati. In America e in Australia invece non ha trovato largo spazio, se non con pochissimi ettari vitati.




COMMENTI SULL' ARTICOLO