Costi uva da vino

Il costo uva nel vigneto

Quando si parla di costi delle uve, si deve distinguere tra uve da tavola, meno costose, e uve da vino, pi¨ pregiate e che possono raggiungere costi molto alti a seconda della zona di coltivazione. In questo caso sono molti i fattori che determinano questi costi. Le uve da vino infatti devono essere coltivate diversamente rispetto a quelle da tavola, che possono essere raccolte in piena maturazione, in quanto devono fornire esclusivamente dolcezza, e quindi non devono subire potature drastiche per limitarne le rese. Anzi, nell'uva da tavola si vogliono rese massime. Coltivare le uve da vino invece sono da coltivare con pi¨ precisione, in quanto gli acini devono avere le giuste concentrazioni di aciditÓ e zuccheri, bilanciate, e di altri elementi che costituiscono il corredo aromatico dei vini. Non bisogna infatti eliminare dagli acini gli acidi tartarici e malolattici in particolare, che vengono sostituiti dallo zucchero a piena maturazione. Inoltre le potature da eseguire sono pi¨ puntigliose.

uve

Botanical Beauty - Olio portante biologico di semi di uva 100% puro naturale concentrato senza profumo biologico pressato a freddo 30ml per cura pelle, capelli e unghie

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,17€


Cosa determina i costi fuori dal vigneto

Ma i costi sono determinati anche da altri fattori, oltre alla coltivazione vera e propria del vitigno. Naturalmente vi sono quelle che sono le scelte produttive e poi quelle legislative. Vi sono poi molti altri fattori, tra cui i prezzi dei terreni, gli affitti e altri. Per quel che riguarda il terreno questo potrebbe essere di proprietÓ dell'azienda, che allora avrebbe solo i costi di gestione, oppure potrebbe essere in affitto, aggravando le spese. Il prezzo d'affitto del terreno dipende dalla zona dove questo Ŕ locato. Se sorge su una zona classificata per le denominazioni d'origine, il prezzo potrebbe aumentare anche di molto rispetto ad una zona non classificata. Anche i prezzi d'acquisto dipendono da questi fattori. Nella Champagne ad esempio i prezzi di vendita superano oramai il milione di euro per ettaro.

La classificazione di eventuali denominazioni d'origine incidono ugualmente sul prezzo delle uve. Infatti i prezzi minimi in genere vengono decisi dai disciplinari, anche qui in base al tipo di uve. La pi¨ costosa risulta ancora una volta l'uva della Champagne, che pu˛ superare ai 4 euro al chilogrammo. Qui vi sono delle commissioni apposite che stabiliscono annualmente i prezzi. Anche le condizioni climatiche influiscono nei prezzi delle uve, facendoli lievitare a seconda dell'annata.


  • vigna Alcuni lo considerano un argomento di piacevole conversazione, altri una questione di lavoro, altri ancora il centro di ragionamenti che ruotano intorno ad una passione alimentata di giorno in giorno,...
  • uva da vino Le uve da vino sono quelle uve le cui varietÓ vengono impiegate esclusivamente, o quasi esclusivamente, per la vinificazione. Nonostante appartengano alla stessa famiglia, la Vitis vinifera, le uve da...
  • uve Per conoscere i vari tipi di uva dobbiamo fare numerose distinzioni a partire da due gruppi fondamentali di uva distinte per utilizzo: le uve da tavola e quelle da vino. Chiaramente le uve da tavola s...
  • curiositÓ vino rosso Il vino rosso Ŕ conosciuto e apprezzato da secoli. Molti popoli come i romani e i greci ne erano degli ottimi consumatori anche se con abitudini differenti. I greci, ad esempio, preferivano rendere il...

Puro Olio di Rosa Mosqueta Patagonia extra vergine 100ml Prodotto in Patagonia prima spremitura a freddo.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€
(Risparmi 1€)


Costi uva da vino: Alcuni prezzi di riferimento

Come dicevamo i prezzi variano molto a seconda della zona e della classificazione, a partire da un prezzo base di 40 centesimi. Il Nebbiolo supera i 2 euro al chilogrammo, mentre il Chianti l'euro e mezzo, cosi come il Franciacorta. Si deve tener conto che da un chilogrammo di uva si vinificano circa 10 cl di vino. Questo riesce a dare la dimensione dei costi per il vino.



COMMENTI SULL' ARTICOLO