olio di oliva dop


partecipa al nostro sondaggio su: Quale olio preferisci?
Quale olio preferisci?

Marchio dop

DOP è la dicitura che significa denominazione di origine protetta e stabilisce tutta una serie di norme severe: tutti i prodotti che vogliono certificare la propria qualità.

Il marchio DOP identifica il prodotto in relazione al territorio in cui viene realizzato e permette di garantire i consumatori circa la qualità di tale prodotto.

Un olio di oliva DOP deve essere realizzato esclusivamente con delle olive che sono state ottenute e poi lavorate all’interno del luogo che è stato riconosciuto dal marchio DOP.

Tra le più importanti caratteristiche del marchio DOP c’è proprio quella di permettere al consumatore di essere a conoscenza della provenienza di un determinato prodotto, andando a colmare una lacuna che da troppo tempo imperversava in Italia.

La tracciabilità dell’olio di oliva DOP è quindi quella garanzia che permette di capire anche come sono state lavorate le materie prime.

olio di oliva dop

Olio Extravergine d'Oliva - Frantoio Tuscus "Tages" - 3 litri (2748 gr)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30€


Riconoscimento

olio di oliva dop2 Per poter ottenere il riconoscimento DOP, è necessario passare attraverso una serie di procedure e di iter burocratici.

Quell’olivicoltore che possiede un’azienda che è localizzata all’interno di un territorio che è stato riconosciuto con il marchio DOP, può lanciare in commercio un olio che sfrutti tale denominazione, ma deve seguire, pena severe punizioni, un disciplinare di produzione e poi ricevere tutta una serie di controlli da parte del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.

All’interno del disciplinare di produzione troviamo anche tutte quelle regole che si occupano delle coltivazioni di oliveti, ma anche ad altri importanti processi, come ad esempio il confezionamento dell’olio, che devono esser rispettati per ottenere il riconoscimento di olio d’oliva DOP.

Ovviamente, il superamento di tutti i controlli è necessario per poter ottenere la conformità al disciplinare di produzione e, al termine di tale processo, sarà l’Ente di certificazione confermerà il buon esito delle verifiche.


  • L'utilizzo dell'olio di oliva è molto importante in tutti i campi; dalla cucina alla bellezza esso viene utilizzato per la salute e il benessere. Gioca con noi rispondendo a qualche nostra domanda sco...
  • olio di oliva biologico L’olio di oliva biologico corrisponde ad un olio essenzialmente puro, dal momento che al suo interno non si possono rinvenire formazioni residuali di alcun genere e, in modo particolare, non viene sot...
  • olio Quando si parla di condimento dei cibi, la prima cosa che viene in mente è una bottiglia di olio d’oliva, il condimento per eccellenza ma soprattutto uno dei prodotti agroalimentari più diffusi ed evo...
  • olio di sansa La sansa di olive è un sottoprodotto che si ottiene con la lavorazione delle olive da olio. Fa parte infatti degli scarti dei processi con cui si estrae l'olio dalle olive, che poi vengono comunque ri...

Sabina Dop Olio Extra Vergine - 250 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3,5€


olio di oliva dop: Olio extravergine IGP

Il riconoscimento IGP (indicazione geografica protetta) rappresenta quel particolare marchio di qualità che viene affibbiato ad alcuni prodotti di tipo agricolo, ma anche alimentare, in cui solamente una fase del procedimento di produzione presenta un legame specifico al luogo geografico preso come riferimento.

La principale differenza tra il marchio DOP e quello IGP è rappresentato dal fatto che è sufficiente avere una sola fase del processo produttivo per poter ottenere il secondo riconoscimento: per quanto riguarda la denominazione DOP, invece, è necessario che sia il territorio che il processo di produzione siano legati tra loro in maniera strettissima e disciplinata dalle leggi.

Allo stesso modo della denominazione DOP, anche chi sviluppa prodotti con il marchio IGP deve rispettare tutta una serie di regole ferree.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO